El Charro del Maestro DOM COSTA


MIXOLOGIA

- barmanpng


5 sue creazioni che si materializzano come ectoplasmi dal recondito dello spirito, proprio come nel caso del cocktail El Charro.

L’esotico capolavoro ha visto il nascere del sole in occasione di una conferenza di produttori di Tequila nella città di Arandas, nello stato di Jalisco in Messico, con l’intento di focalizzare la ricerca su cocktail innovativi in linea con le tendenze contemporanee.

L’illuminato bartender del Liquid di Alassio è riuscito ad incantare letteralmente giuria, pubblico e giornalisti con la sua miscela singolare e ricercata in ogni dettaglio. Il drink ha talmente stuzzicato la fantasia dei tequileros locali al punto di doverne preparare un centinaio rispetto ai due previsti per l’esibizione.

 

L’impiego di prodotti tipicamente locali assemblati con desueta creatività ha tracciato la linea guida per la mission dell’insigne Maestro. La “Bevanda National” come il Margarita preparata in modo inusuale ha evocato la famosa salsa guacamole, alimento a base di avocado già in uso presso gli Aztechi insediatisi nelle valli del Messico nel tredicesimo secolo. All’avocado ha aggiunto l’immancabile acquavite di agave per conferire una struttura dal carattere forte. Un Margarita che si rispetti non può prescindere dal sapore e dalle nuance rinfrescanti del lime oltre che dalla bordatura, in questo caso del tutto eccentrica con sale insaporito al coriandolo e una personale tintura di chili. Per dolcificare il cocktail El Charro ha utilizzato uno sciroppo speciale al crù di tè verde Giapponese denominato Matcha, ricavato dalla polvere delle migliori foglie raccolte a mano, incorporando infine la stessa quantità di Margarita triple sec per bilanciare l’equilibrio gustativo. La guarnizione che coniuga al meglio passato e presente: tre tortilla chips e, in sostituzione al pomodoro, una fetta di arancia sanguigna finemente tritata con una leggera spolverata di sale al coriandolo e chili in superficie.

 

EL CHARRO

DOM_COSTA EL CHARRO 2 670x488jpg

INGREDIENTI:

  • 5 cl Ocho Blanco Tequila
  • 1 cl Sciroppo Monin Matcha Green Tea
  • 1 cl Monin Margarita Triple Sec
  • 1,5 cl Succo di Lime fresco
  • 0,5 cl Tintura di Thai Chili*
  • ½ Avocado maturo 

* Preparare la tintura di chili frullando due peperoncini thai con 6 cl di rum over proof. Filtrare in una bottiglietta e conservare in luogo fresco.

 

PREPARAZIONE:

  1. Centrifugare tutti i prodotti in un blender ad alta velocità per alcuni secondi con ghiaccio tritato. 
  2. Versare in una coppetta da cocktail precedentemente bordata con un sale aromatizzato al chili e coriandolo. 
  3. Guarnire con tre tortilla chips e una fetta d’arancia sanguigna finemente tritata. 
  4. Spolverare un pizzico di sale al coriandolo e chili in superficie.

 

Eva Kottrova

10/09/2012