VELIA SIMONCINI

 

MUSE E MUSEI
Grandi maestri dell'arte contemporanea


Velia Simoncini 

 

Terzogenita di cinque fratelli, Velia Simoncini nacque a Porto Recanati, nelle Marche, il 31 gennaio 1911 e morì il 3 dicembre del 2003. 

Appassionata autodidatta, sin da giovanissima iniziò a dipingere ritratti di antichi personaggi e santi per poi dedicarsi, raggiunta la piena maturità artistica ed espressione estetica, a nature morte, tele con sfondo floreale e scorci paesaggistici dei luoghi a lei ben noti. 

In età adulta frequentò un corso pluriennale di nudo artistico presso l'Accademia di Belle Arti rinnovando costantemente i suoi vivaci interessi espressivi e desiderando ampliare i propri orizzonti con nuove tematiche pittoriche. Velia Simoncini dipinse, con padronanza assoluta delle forme e con agili pennellate pregne di infinite nuance di colore, numerosi quadri e tele con squisite composizioni floreali e ameni paesaggi trasudanti poesia in ogni tratto; sentimenti di rara bellezza nei riguardi del creato circostante di cui fu attenta spettatrice e che riuscì ad interpretare magistralmente più di ogni altro artista contemporaneo del suo tempo, distintivi di una indole romantica e di una personalità nobile e luminosa. 

Fece incetta di premi e riconoscimenti nelle innumerevoli mostre in Italia e all'estero, tra cui Roma, Venezia, Urbino, Brera, Parigi, Monte Carlo, Washington. Premiata anche con il Trofeo “Biennale di Venezia” e con il riconoscimento internazionale “Leone d'Oro”, nel 1983 fu invitata alla XXX Manifestazione dei Maestri Italiani Contemporanei che si tenne a Tokyo. 

Quadri di Velia Simoncini hanno trovato degne allocazioni in Francia, Inghilterra, Argentina, Canada e presso l'Ambasciata d'Italia in Germania. Inoltre, fu insignita dell'onorificenza di “Cavaliere della Repubblica Italiana”.


VELIA SIMONCINI paese_ 640x569jpg


Testo: © Spumarche

1ª Pubblicazione su SPUMARCHE.com: 30.12.2018