Out of C... di Debora Cicero 


MIXOLOGIA

- barmanpng


Debora Cicero classe 1981; nonostante la giovane età ha già avuto modo di esprimere magnificamente la sua spiccata creatività nei ritrovi più esclusivi e negli hotel più raffinati e lussuosi del Capoluogo lombardo, frequentati dall`upper class locale e dai personaggi del jet set internazionale. Dall’Emporio Armani Cafè all`Hotel Principe di Savoia, dal Ristorante - Cocktail Bar “Gold” di Dolce&Gabbana allo Scibui di Saronno, per poi approdare a Londra in uno dei templi europei del bere miscelato, il celebre  Montgomery Place nel quartiere alla moda di Notting Hill sulla Kensington Park Road, a due passi da Hyde Park.

 

Debora, già a diciotto anni, oltre alle profumatissime preparazioni a base di pregiate misture di caffè, proponeva coloratissimi drink senza neppure intuire che a breve sarebbe diventata superba autrice di molti cocktail dalla fattura spettacolare e di respiro cosmopolita. Il suo palmares è ricco di ambiti trofei conquistati nelle competizioni nazionali e internazionali da Milano a Parigi, da Bangkok a Berlino e naturalmente a Londra dove risiede da ormai più di un anno. La semplice frase “perché non provi”, pronunciata illo tempore da un lungimirante collega all’Armani Cafè, illuminò la via da seguire rafforzando le aspirazioni della grintosa fanciulla che, prendendo la palla al balzo senza esitare, intraprese un percorso colmo di gratificazioni nel magico universo della miscelazione e oggetti come lo shaker, barspoon, strainer oltre a rare bottiglie di fini alcolati divennero presto gli amati strumenti della quotidianità.

L’utilizzo di pregevoli ingredienti, immancabili nelle preziose misture che accarezzano i palati eleganti, hanno contribuito alla velocissima ascesa professionale della bella barlady almeno quanto l’energia trasmessa durante l`assiemaggio delle scenografiche bevande, che spesso hanno contribuito a deliziare i momenti felici di capricciose star del cinema e dello spettacolo; test a volte privilegiati in vista di importanti competizioni. 

Ingredienti rari e preziosi occupano notevole spazio nel bagaglio esperienziale di Debora che ama utilizzare soprattutto i distillati come i ron invecchiati o il cristallino tequila sottolineato dalle note vegetali, ottimo per spaziare nell’infinito mondo della miscelazione. In contrapposizione ai calorosi “liquori” caraibici la versatile barlady sale sovente in alta montagna per reperire liquori dolci o amari come il Ratafià oppure il Pine Liqueur

Il primo è un elisir tradizionale di amarene mature prodotto per lo più ai piedi della Majella abruzzese con l’aggiunta di poco alcol e vino di qualità ottenuto dal vitigno montepulciano, mentre nel nord-ovest della Penisola è estratto dallo sciroppo di ciliegie nere; esiste anche una versione laziale e una di Siviglia. 

Mentre il liquore di gemme di pino viene prodotto con i neonati germogli di abeti e di essenze alpine dalle freschissime nuance che ricordano l’acuto profumo balsamico dei boschi durante le lunghe passeggiate primaverili.


"Out of C..."

OutOfCjpg

Ingredienti:

  • 50 ml Ron - Flor De Caña a 7yo
  • 15 ml Ratafia
  • 1 Barspoon di Pine Liqueur
  • Chinotto
  • 1/2 lime fresco

Preparazione:

  1. Raffreddiamo il calice di servizio poi versiamo gli ingredienti, eccetto il Chinotto, nello shaker insieme al ghiaccio e scuotiamo con dolcezza. 
  2. Eliminiamo il ghiaccio di raffreddamento e versiamo il contenuto dello shaker sui cubetti immacolati del bicchiere. 
  3. Terminiamo con il Chinotto e decoriamo con un rametto di mentuccia e amarene possibilmente fresche giunte al giusto livello di maturazione.

 

 

Eva Kottrova

23/10/2012